È possibile emettere una fattura inserendo due destinatari?

L’Agenzia delle Entrate si è espressa sul punto con la Risoluzione n. 87/E del 05.07.2017 in ritiene non plausibile l’emissione di una fattura “cointestata” verso cessionario/committente soggetto passivo IVA (B2B).

Nel caso invece di una fattura emessa nei confronti di un cessionario/committente non soggetto passivo (B2C), come un privato cittadino, la compilazione della sezione “Identificativi Fiscali” (ovvero l’intestazione della fattura elettronica) va effettuata riportando i dati di uno solo dei soggetti, mentre nel campo a descrizione libera può essere inserito il codice fiscale e i dati dell’altro cointestatario.

Questo perchè la struttura della fattura elettronica non prevede la possibilità dell’inserimento di più di un intestatario.

In tali casi suggeriamo due strade da prendere in considerazione in accordo con il proprio commercialista:

  • generare due distinte fatture dividendo l’importo
  • creare un’unica fattura (ad un solo codice fiscale), riportando i riferimenti del secondo soggetto nel campo ‘Causale’ presente nella scheda ‘fattura elettronica’ del documento.

Questa guida è stata utile?

0
Articoli Correlati