Crediti comm. scontati

La sezione Crediti comm. scontati consente all’utente di determinare la dinamica di incasso dei crediti che l’azienda ha già presentato allo sconto prima della chiusura dell’ ultima situazione inserita.

È necessario compilare la sezione di inserimento in cui, per ogni riga aggiunta, andranno inserite le informazioni riguardanti ciascuno dei crediti presentati allo sconto ed in particolare:

  • Descrizione, imputando una stringa di testo identificativa dello specifico titolo di credito (recante ad es. il nome/ragione sociale del debitore);
  • Importo scontato, riportando l’importo della fattura scontata, Iva inclusa;
  • Mese di scadenza, scegliendo dal menu a tendina il mese in cui si prevede che il debitore paghi la fattura. È necessario scegliere l’opzione Credito Scaduto se si prevede che il debitore non paghi la fattura, nemmeno per un importo ridotto. In tal caso, i due successivi campi non andranno compilati;
  • Importo non pagato, riportando l’eventuale importo che si prevede che il debitore non paghi, una volta sopraggiunta la scadenza (dettata dal campo precedente Mese di scadenza). Inserire il valore 0 se si prevede che il debitore onori interamente la fattura;
  • Quando verrà pagato, è possibile compilare tale capo soltanto se nella cella precedente è stato riportato un valore diverso da zero, scegliendo dal menu a tendina il mese in cui si prevede che il debitore versi la quota non pagata  di cui al campo Importo non pagato. Scegliere l’opzione Credito Scaduto se si prevede che la quota non pagata di cui al campo precedente non verrà più onorata;
  • Consolidare (SI/NO), si tratta di una cella opzionale che è possibile compilare esclusivamente se dalla compilazione delle celle precedenti, dovessero emergere quote scadute ovvero quote (di fatture già presentate allo sconto) per le quali si prevede il mancato incasso. L’utente dovrà decidere, tramite il menu a tendina (SI/NO) presente accanto a ciascuno degli importi, se procedere o meno al consolidamento o meno di tali somme.

Settando Consolidare:SI, il valore della quota scaduta verrà trasferito contabilmente dai Debiti verso banche entro 12 mesi alla voce Debiti verso banche oltre 12 mesi. Gli importi consolidati verranno inoltre riportati automaticamente alla schermata Debiti_Finanziari (Scoperto di c/c e Sconto fatture- riquadro “Breve scaduto da consolidare”) in cui l’utente dovrà definirne il piano finanziario di rimborso ed indicare la data nella quale il giroconto verrà registrato.

Se si sceglie invece di non procedere al consolidamento (Consolidare: NO), la quota scaduta rimarrà registrata tra i Debiti verso Banche entro 12 mesi per tutto il periodo della previsione.

N.B. Il totale dei crediti portati allo sconto deve coincidere con l’ utilizzo indicato nell’ ultima situazione contabile alla voce d) Anticipi su fatture, crediti, ri.ba dei Debiti verso banche entro 12 mesi. Inoltre, il totale dei crediti inseriti (scontati e non scontati) deve essere pari al valore dei crediti vs/clienti entro 12 mesi inseriti nell’ ultima situazione contabile.

Nella sotto-sezione Affidato sconto fatture, l’utente dovrà compilare la riga di inserimento Affidato Sconto Fatture.

Sarà necessario indicare l’ammontare del fido concesso dalla banca per l’anticipazione delle fatture con cadenza mensile per il primo anno di previsione ed eventualmente anche il secondo anno se è stata impostata la mensilizzazione anche per quest’ ultimo e con cadenza annuale per i successivi anni.

Bisogna inoltre indicare, al campo Commissione % sullo sconto, la percentuale sull’importo della fattura che la banca trattiene nel momento in cui questa viene presentata allo sconto.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-62.png

Questa guida è stata utile?

0