Gestione indici

Modifica indice

Modifica il numeratore e/o denominatore dell’indice secondo le tue esigenze.

In questa sezione hai la possibilità di modificare il numeratore e/o denominatore di alcuni indici. In tal modo avrai la possibilità di utilizzare nell’analisi un indice che si adatta meglio alle proprie esigenze. Ad esempio, posso scegliere nell’indice PFN/MOL di utilizzare al numeratore la PFL posizione finanziaria lorda al posto della PFN posizione finanziaria netta. In tal caso il valore dell’indice sarà diverso e tale modifica avrà un impatto su tutte le analisi effettuate dal software.

Settaggio degli intervalli di valutazione degli indici

Indici di Redditività

I range di confronto degli indici determinano se il valore assunto dall’indicatore è soddisfacente oppure no, e sono inizialmente settati su valori di riferimento desunti dalla letteratura aziendalistica. Questi sono modificabili manualmente dall’utente in (Settings-Gestione Indici-Settaggio del valore dell’indice) che può quindi stabilire a suo piacimento i casi in cui l’indice è da ritenersi soddisfacente o meno.

L’utente, inoltre, può inserire, se in suo possesso, le medie di settore relative ai singoli indici tramite l’apposita tabella presente nella sezione (Settings-Benchmark). Una volta acquisito il valore di benchmark, il giudizio del singolo indice sarà determinato dal confronto la relativa media di settore dell’ultimo anno. Attivando questa modalità di inserimento, i valori di riferimento non potranno essere più modificabili nella sezione (Settings-Gestione Indici-Settaggio del valore dell’indice) e gli intervalli di valutazione verranno generati automaticamente. L’intervallo centrale, che individua un livello di performance medio, verrà centrato sulla media di settore con una semiampiezza del 10% del valore centrale. Per poter nuovamente modificare il range nella sezione (Settings-Gestione Indici-Settaggio del valore dell’indice) sarà necessario disattivare la media di settore relativa all’indice in ( Settings-Benchmark ).


Ad esempio, se nella sezione (Settings-Benchmark) la media di settore del ROE del 2019 inserita manualmente è impostata al 10,0%, tale valore andrà ad influenzare la valutazione del ROE dell’azienda esaminata. In particolare, se il ROE è compreso nell’intervallo tra il 9% e l’11%, sarà ritenuto nella media, se è superiore all’11% sarà considerato positivo e se inferiore al 9% la performance sarà giudicata negativa.

Indici di Liquidità – Indici di Copertura finanziaria – Indici di Solidità

I range di confronto di questi indici, inizialmente settati su valori di riferimento desunti dalla letteratura aziendalistica, sono modificabili dall’utente sempre nella sezione (Settings-Gestione Indici-Settaggio del valore dell’indice). Il software consente anche per questi indici l’inserimento dei relativi valori delle medie di settore in (Settings-Benchmark). In questo caso, però, i valori di Benchmark non influenzeranno il criterio di valutazione di questa tipologia di indici in quanto, considerata la loro oggettività, risulta privo di significato il confronto con le medie di settore.

Questa guida è stata utile?

0