Compensi e spese procedura

In questa sezione determinerò i compensi da corrispondere sia all’OCC che le spese di giustizia. L’importo dell’attivo e del passivo è automaticamente determinato dal software. Per quanto riguarda il passivo, questo è costituito dal totale del debito residuo da consolidare, mentre l’attivo sarà pari al valore del debito residuo da consolidare, al netto degli interessi. Per tale motivo se si modifica il valore di un debito residuo oppure si modifica la percentuale di soddisfazione di un debito, si dovrà verificare se i nuovi valori dell’attivo e del passivo sono conformi al compenso impostato in precedenza. La norma infatti (art. 16 D.M. 202/2014) definisce un minimo ed un massimo richiedibile come compenso, determinato proprio in relazione all’importo dell’attivo e del passivo della procedura.

Il software accetterà anche valori di compenso inferiori al minimo richiedibile, poiché è prassi per queste procedure richiedere meno del minimo di legge. Non accetterà invece valori superiori al massimo.

L’importo della Riduzione e del Rimborso Indennità, previste dalla norma, sono configurabili dall’utente.

È possibile scegliere due diverse modalità per la gestione dei pagamenti dei prededucibili:

1. AUTOMATICA
Il software, rispetto al reddito disponibile, determina automaticamente il pagamento dei prededucibili. Si ricorda infatti che i crediti prededucibili dovranno avere la priorità rispetto a tutti gli altri crediti.

Una volta fatto ciò, devo decidere la data di inizio del pagamento dei prededucibili rappresentati dal totale delle spese della procedura e dall’OCC e dalle spese di giustizia. Solo dopo aver pagato tutte queste spese si potrà provvedere al pagamento anche di tutti gli altri debiti. Ciò proprio in considerazione del fatto che i primi sono prededucibili.

Nella sezione Consolidamento proposta verrà indicata la data in cui potrà iniziare il pagamento di quest’ultimi debiti che è calcolata automaticamente dal software sulla base del reddito disponibile. Tale procedura automatizzata permette di evitare l’errore di pagare gli altri debiti prima di aver pagato i prededucibili, cosa vietata dalla legge.

Vedremo che nella sezione successiva è possibile comunque derogare a tale automatismo.

Una volta decisa tale data, il software indicherà nella tabella sottostante quando verranno effettuati i pagamenti.

2. MANUALE
Decide l’utente come e quando pagare i prededucibili

Scegliendo questa opzione l’utente potrà gestire in modo totalmente autonomo i debiti prededucibili indicando il valore dei pagamenti annuali nelle celle della tabella in basso. Dato che in tal caso è anche possibile provvedere al pagamento degli altri debiti prima dei prededucibili, ricordiamo che la legge espressamente stabilisce il divieto di tale scelta e quindi si consiglia di prestare la massima attenzione.

Come si vede dall’esempio, scegliendo l’opzione Manuale ho previsto il pagamento di € 3.360 nel 2017 e € 1404.72 nel 2018, un anno prima rispetto all’ipotesi calcolata dal software nell’ipotesi Automatica precedente. Nella sezione Dettaglio Consolidamento il software mi segnalerà la necessità di reperire ulteriori risorse e dovrà essere l’utente ha spiegare come le reperirà.

Questa guida è stata utile?

0