Inserimento contratto Leasing

Corretto inserimento di un contratto di Leasing e disamina delle sue particolarità: capitale al netto dell’iva, sviluppo piano al netto dell’anticipo, indicizzazione da tener presente nei pagamenti.

Per un corretto inserimento di un contratto di Leasing occorre generare un piano di ammortamento, al netto dell’anticipo, sulla base del tasso leasing fissato al momento dello stipula.
Occorre quindi sviluppare il piano di ammortamento a tasso fisso pari al TAN leasing e generare un piano la cui rata periodica corrisponda al canone fisso indicato in contratto (o ci si avvicini). Successivamente si potrà tenere conto della variabilità dei canoni inserendo come pagamenti, nella sezione PAGAMENTI al campo “Importo Rata”, l’effettivo ammontare corrisposto al lordo dell’indicizzazione calcolata (e, al solito, di eventuali spese). Ciò consentirà comunque una corretta rilevazione dei TEG periodali ed un corretto ricalcolo dell’operazione, laddove se ne ponesse l’esigenza.
Di seguito si rimanda il contratto e contestualmente l’inserimento degli input nel sw Usura Mutui e Leasing:

Alcune particolarità da tener presente al fine di un corretto inserimento: in numero dei canoni da tener presente per lo sviluppo del piano è al netto dell’anticipo in quanto il capitale sarà decurtato sin dall’inizio dell’importo dell’anticipo che sarà inserito in valore percentuale al pannello Contratto, così come anche per il riscatto finale; Tutti gli importi si intendono al netto dell’iva; lo sviluppo del pinao avviene ad un tasso fisso

Si riporta di seguito una quietanza di pagamento, con riferimento all’indicizzazione e al corretto inserimento nel pannello Pagamenti, nello specifico, il valore dell’indicizzazione a credito o a debito è da considerarsi come cumulo agli interessi e al capitale per la rata prevista.

Questa guida è stata utile?

0